I progetti finanziati

Il mondo della scuola, e in particolare quello della scuola superiore, è al centro di numerose altre attività della Fondazione. Agli istituti che ne fanno richiesta vengono forniti, a seconda delle disponibilità finanziarie annuali: pubblicazioni scientifiche, riviste giovanili, corsi di giornalismo, strumenti tecnologici innovativi. Per combattere fenomeni come la dispersione scolastica o il bullismo e per sensibilizzare gli studenti verso tematiche come l'integrazione o la cittadinanza attiva, vengono, inoltre, organizzati concorsi e iniziative speciali in collaborazione con Enti o soggetti privati che condividono le finalità educative della Fondazione.

Costituzione, memoria, partecipazione e legalità
Appuntamenti “speciali” sulla Costituzio- ne, la memoria, la partecipazione e la legalità in collaborazione con alcune Istituzioni quali la Regione Toscana, la Provincia di Roma e la Consulta Giovani del Consiglio Regionale del Piemonte (febbraio-novembre 2009).
Adolescenti e media
Incontri e adesione attiva all’iniziativa su "Adolescenti e Media" della Regione Piemonte per istituire un codice di autoregolamentazione dei media nei confronti degli adolescenti (febbraio 2009).
Incontri con scienziati e ricercatori
Incontri con scienziati e ricercatori per promuovere nelle scuole la cultura scientifica in collaborazione con Istituzioni ed Enti di ricerca (maggio, giugno, settembre 2009).
Osservatorio sulla mobilità giovanile
Partecipazione all’Osservatorio sulla mobilità giovanile, Centro Studi Touring Club (ottobre 2009).
Pubblicazioni, corsi di giornalismo e strumenti tecnologici innovativi
Fornitura gratuita alle scuole, ai centri di aggregazione giovanile e agli insegnanti di pubblicazioni, corsi di giornalismo, strumenti tecnologici innovativi anche per combattere fenomeni come la dispersione scolastica o il bullismo (2009, Regione Lazio).
Borse di studio
3 borse di studio dal valore complessivo di Euro 10.000 per gli alunni più meritevoli che terminano la scuola superiore per promuovere il loro ingresso nel mondo del giornalismo attraverso stage in redazioni convenzionate.